Parlano di noi

Esaltare il connubio tra arte e tradizione, di cui è così pregna la nostra terra, questa, la cifra distintiva di “Devozioni”. Si tratta di un progetto che, attraverso i percorsi di fede, mira alla riscoperta e alla valorizzazione del patrimonio storico e della specificità di Torre Annunziata. Il format nasce nel 2018 e nella forma itinerante che gli è peculiare mostra tutta l'ambizione di rappresentare il Sud con le sue radicate tipicità.  Il programma in questione si snoda tra musica, teatro, laboratori artistici e percorsi turistico-culturali: in particolare, tre sono gli attesi concerti in cartellone (quello di mercoledì 20 alla Basilica della Madonna della Neve con Fiorenza Calogero, Marcello Vitale e Carmine Terracciano; il live di Enzo Gragnaniello previsto per sabato 23 ottobre al Molo Crocelle; e, a chiusura del festival, domenica 24 sempre al Molo Crocelle, il concerto di Mimmo Maglionico e Pietrarsa, con ospiti Fausta Vetere, Patrizio Trampetti e Marcello Colasurdo). Non mancheranno, dunque, visite guidate e, soprattutto, spettacoli teatrali (sei in totale): si spazierà da “Fuoco”, show circense con effetti pirotecnici (giovedì 21 in Villa

 Comunale) a cura della Compagnia dei Folli, fino a “Sottosopra” di e con Gea Martire (domenica 24 a Palazzo Criscuolo), passando per “La Conversione di un Cavallo, 23 Tableaux Vivants dall'opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio” della Compagnia Ludovica Rambelli Teatro (giovedì 21 alla Chiesa del Carmine) e per “Stanze d’Identità Teatrale”, spettacolo itinerante tra le stanze del museo, diretto da Gigi Di Luca (sabato 23 ottobre a Palazzo Criscuolo).

“‘Devozioni’ rappresenta per la città il giusto mix di tradizione, cultura e folklore che in un momento di emergenza sanitaria diventa una proposta necessaria per dare impulso alla ripartenza della vita sociale, culturale e religiosa. E come ogni anno si rinnova il comune voto di fede e di speranza nella intercessione della nostra Maria Santissima della Neve.” Vincenzo Ascione, Sindaco del Comune di Torre Annunziata.

Quindici appuntamenti collegati da un'unica idea tematica, la devozione: devozione per le passioni, devozione per la vita, la stessa che ci spinge a migliorare se stessi e il proprio rapporto con gli altri. Insomma, uno slancio vitale quantomai necessario dopo la chiusura a cui ci ha obbligati la terribile pandemia da Covid-19. Ecco perché ‘Devozioni' vuole essere un contenitore dove a trovare spazio sono innanzitutto le riflessioni, riflessioni sull’uomo e sulla sua identità collettiva.” Gigi Di Luca, Direttore artistico. 

 

fonte: https://calvizzanoweb.blogspot.com/2021/10/a-torre-annunziata-ritorna-devozioni.html